La Digital Industrial Transformation e l’Internet delle Cose per il Manufacturing
da IoTtoday

Digital Industrial Transformation: è quel processo che sta rivoluzionando e continuerà a rivoluzionare il modo in cui l’industria funziona. Processo che trova nella tecnologia dell’Internet of Things uno strumento prezioso, in particolar modo nel settore manifatturiero

Con il termine Digital Industrial Transformation si intende quel processo in grado di trasformare dal profondo il modo in cui un’industria funziona. Alla base della trasformazione restano i Big Data, il petrolio dell’era digitale, dalla cui analisi le imprese possono tranne informazioni utile a implementare la produzione e offrire ai clienti un servizio migliore.

Per raggiungere tali obiettivi, in un panorama competitivo a livello internazionale, è necessario ripensare dal profondo i processi preesistenti, i business model in uso e le strategie aziendali fin qui attuate. Farlo nel mondo giusto potrebbe comportare un aumento fino al 20% dei profitti, purché si utilizzino le soluzioni di Digital Transformation più opportune. Ecco allora una lista di strumenti per migliorare l’attività di Manufacturing attraverso l’utilizzo della tecnologia dell’Internet of Things.

La Digital Industrial Transformation per il settore manifatturiero

La Digital Industrial Transformation è quel processo in grado di portare le imprese manifatturiere a utilizzare con efficienza tecnologie digitali avanzate come Internet of Things, Intelligenza ArtificialeRobotic Process AutomationMachine Learning, Mobile Applications e Cloud per modernizzare l’ecosistema produttivo, interconnettendo i processi e capitalizzando le informazioni derivate dai dati.

L’impatto dalla Digital Industrial Transformation sull’industria manifatturiera si realizza in 5 ambiti:

  • Implementazione delle operazioni;
  • Supporto delle tecniche di produzione del prodotto;
  • Nuovi processi innovativi di produzione;
  • Interconnessione tra macchinari, operatori umani e processi;
  • Reperimento istantaneo dei dati.

L’Internet delle Cose per una maggiore efficienza

Sono svariati i modi in cui l’utilizzo della tecnologia IoT può incrementare l’efficienza di un’azienda. Di seguito qualche esempio.

Gestione dell’inventario

Basta collegare dei sensori RFID – Radio Frequency Identification – agli scaffali o alle mensole del magazzino per avere una visione in tempo reale e sempre aggiornata dello stock merci. Un grande aiuto per le aziende manifatturiere che non si perderanno nulla di ciò che entra o ciò che esce dal deposito.

Monitoraggio dei prodotti

Così come alle mensole del magazzino, i sensori industriali RFID possono essere applicati anche ai singoli prodotti, così da sapere sempre dove si trovano e il loro stato di manutenzione e analizzare il loro uso effettivo.

Monitoraggio dei macchinari

I sistemi dell’Internet of Things installati sui macchinari possono aiutare a prevedere e prevenire guasti e problemi di funzionamento. L’IoT può inoltre fornire dati utili in tempo reale come, ad esempio, la velocità di un pistone o la temperatura in raggiunta durante il funzionamento.

Gestione della forza lavoro

La tecnologia dell’Internet of Things connessa con dispositivi mobili può aiutare manager e supervisori a gestire al meglio il proprio staff, monitorando e migliorando la produttività dei dipendenti senza neppure il bisogno di lasciare il proprio ufficio.

Migliorare la qualità dei prodotti

Un prodotto difettoso o reso può comportare significativi costi, oltre a danneggiare l’immagine del brand. Utilizzare l’IoT per analizzare in modo approfondito il ciclo produttivo e il funzionamento del prodotto può aiutare a migliorarne la resa. Ogni azienda ha a cuore la qualità, ma solo quelle che hanno già adottato soluzioni tipiche dell’Industria 4.0 come IoT, Intelligenza Artificiale o Machine Learning sono in grado di implementarla in modo considerevole.

Accedi to leave a comment
100 Milioni di Euro per la Digital Trasformation
I soldi ci sono, serve anche la voglia di cambiare